Le pulci sono molto piccole (lunghe da 1 a 2 mm), ma possono causare grandi problemi per il vostro cane, il vostro gatto e per i membri della famiglia. Le loro piccole punture sono un’avvisaglia e possono causare un fastidioso prurito, costringendo l’animale a grattarsi, specialmente se è allergico alla saliva delle pulci. Grattarsi eccessivamente può causare infezioni della pelle, ma una pulce può portare anche malattie più diffuse. Per questo motivo è importante che si provveda ad una regolare prevenzione. E‘ consigliabile effettuarne regolarmente una all’anno.

Se pensi che il tuo animale sia stato infestato, sapresti come identificare una pulce? Individuare le punture delle pulci inizialmente è un modo semplice per identificare il problema prima ancora di capire dove sono collocati i parassiti. Per prima cosa si consiglia di riconoscere le aree dove la pelle dell’animale è irritata o arrossata, come per esempio sul collo, sulle orecchie o sulla parte posteriore. Le pulci solitamente preferiscono le aree più pelose dell‘animale per nascondersi, inclusi gli angolini e le fessure, per esempio tra le giunture o vicino alla base della coda o nella piega del collo. Pettinando il pelo dell’ animale da dietro verso avanti, potete più facilmente vedere la sua pelle. Pettini antipulci sono disponibili nei negozi per animali, ma è sufficiente un qualsiasi pettine a denti fitti.

Le pulci possono essere di colore rosso o marrone. Talvolta è difficile stabilire se un piccolo dettaglio marrone nel pelo sia davvero una pulce o solamente un pezzettino di terra o feci della pulce.

Le pulci non cambiano colore quando muoiono. Se sono di un marrone rossiccio inizialmente, avranno anche lo stesso colore quando muiono. Si possono distinguere le pulci morte dalle loro feci osservando la loro dimensione: le pulci sono più grandi e sono lunghe circa da 1,5 a 3 mm, come un piccolo granello di riso). Gli escrementi sono come minuscoli puntini. Se il puntino si muove, probabilmente sarà una pulce. Potete prendere con un fazzoletto bianco alcuni escrementi delle pulci e aggiungendo una piccola goccia d’acqua potete verificare se i particolari neri diventano di color rosso marroncino dopo un paio di secondi. Così anche se non riuscite a vedere le pulci, ma solo gli escrementi che cambiano colore, potete riconoscne la presenza.

Il grado di infestazione può essere considerevole. Una pulce femmina può deporre circa 50 uova al giorno. Per controllare l’ambiente dove vive il vostro animale, provate a camminare con calzini bianchi dove lui/lei trascorre la maggior parte del tempo. Visto che le pulci sono attratte dal bianco, salteranno facilmente sui calzini e si potranno così identificare meglio soprattutto se sono vive, visto che si muovono.

Si consiglia di lavare bene le mani con il sapone dopo aver individuato le pulci e poi consultare immediatamente il veterinario. Sono disponibili molte opzioni per controllare e prevenire le pulci; le indicazioni del veterinario sono necessarie per scegliere il miglior prodotto adatto al vostro animale.