Il cane anziano

Per garantire sempre il massimo ai nostri migliori amici, è bene sapere che ad ogni età, corrispondono esigenze diverse. Un cane adulto può soffrire di numerose patologie, più o meno  gravi.

Le patologie più comuni nel cane anziano:

Patologie cardiache:

le patologie cardiache maggiormente riscontrate nel cane anziano sono di natura degenerativa. Tali patologie si associano generalmente a soffi cardiaci facilmente individuabili ad una visita clinica di base. Trattandosi di problematiche con andamento cronico, risulta fondamentale indagarle e monitorarle nel tempo con visite cardiologiche ed ecocardiografiche.

Diabete Mellito:

una malattia metabolica nella quale l’organismo non produce più insulina a livello pancreatico oppure non è in grado di utilizzarla. Questo fa si che gli zuccheri assimilati con la dieta non riescano a passare dal sangue alle cellule e non possano quindi essere utilizzati come fonte energetica. L’organismo risponde ricavando energia da altre molecole, con l’effetto collaterale di un accumulo di sostanze nocive. Il paziente diabetico inizialmente tende ad avere più fame e sete, fare pipì più spesso e, progressivamente, a perdere peso. Tra i fattori predisponenti vi sono l’obesità e le pancreatiti ricorrenti ma esistono forme su base immunitaria o genetica.

Insufficienza renale:
una malattia che consegue alla degenerazione dei reni che non riescono più a funzionare bene come filtro dell’organismo. Questo provoca accumulo di tossine nell’organismo, ed il paziente inizierà a manifestare sete, aumento della produzione di urina e, nel tempo, perdita di peso, abbattimento, inappetenza e sintomi gastro-enterici. Questi pazienti avranno bisogno di attenzioni particolari soprattutto in merito alla dieta.

Obesità:
Il calo del metabolismo e, spesso, la tendenza a muoversi meno, può provocare un conseguente aumento del peso con ripercussioni importanti soprattutto sull’apparato muscolo-scheletrico, respiratorio e sul cuore.

Tumori:
ossia la proliferazione nell’organismo di cellule anomale che purtroppo possono danneggiare gravemente degli organi vitali. Sono tra le patologie più frequenti nei soggetti anziani.
Ad oggi è possibile diagnosticarle precocemente e tenerle sotto controllo ricorrendo anche alla chirurgia ed alla chemioterapia;

Patologie dentali:
troppo spesso, la deposizione di tartaro viene sottovalutata, essendo ritenuta solo un problema “estetico”. Il tartaro favorisce la proliferazione di batteri che possono provocare alitosi, gengiviti, ascessi, perdita dei denti e, nei casi più gravi, infezioni dell’osso, molto difficili da curare e molto dolorose. Una regolare pulizia dei denti garantirà il benessere del vostro cane…e della sua famiglia!

Patologie articolari:

molto frequenti nel cane anziano sono le degenerazioni a carico delle articolazioni che possono compromettere la qualità di vita dell’animale.

Cataratta:

la cataratta è un’opacizzazione patologica del cristallino. L’occhio appare di colore diverso rispetto all’occhio sano (colorazione biancastra lattescente, diversa dal normale in situazioni di luce particolari) e di solito si  manifesta un’importante riduzione della capacità visiva fino alla totale cecità. L’unica terapia è chiururgica.