Le più frequenti malattie ortopediche che affliggono il cane durante il periodo dello sviluppo e che ne condizionano poi tutta la vita sono la displasia dell’anca e del gomito. Quelli della crescita sono, infatti, anni cruciali per il sistema scheletrico di un cucciolo, specie se appartenente a razze di taglia grande/gigante.

Cosa sono le displasie

Sono le più diffuse malattie ortopediche su base ereditaria. Possono essere causa di notevole disagio per il proprietario e di grande sofferenza per i soggetti colpiti, limitandone pesantemente l’attività e compromettendone gravemente la qualità di vita.

Displasia dell’anca: è una malformazione di questa articolazione, tale per cui, durante la crescita, si crea un gioco articolare eccessivo.

La displasia del gomito: è una malformazione scheletrica del periodo dello sviluppo, tale per cui le tre ossa che compongono questa articolazione crescono in modo disarmonico tra loro.

Le razze più predisposte

Durante il loro sviluppo molti cani, di razza e non, possono soffrire di displasia dell’anca o del gomito. Ma sono i cani appartenenti a razze di media e grossa taglia (es. pastore tedesco, labrador, rottweiler ecc.), che per il loro peso e statura soffrono maggiormente a causa di questi gravi disturbi scheletrici. La causa è genetica, si trasmette cioè dai genitori ai figli.

Sintomi

I primi segni di displasia possono comparire già all’età di 3/4 mesi. Nelle forme più gravi, i segni della malattia possono manifestarsi ancor più precocemente. La sintomatologia è subdola e molto variabile, si va da una zoppia dell’arto interessato ad una immobilità totale dell’arto stesso.

Cosa può fare il proprietario

Un proprietario informato e consapevole è essenziale per prevenire e trattare queste importanti patologie ortopediche.  Le Rx preventive permettono di diagnosticarle precocemente: si effettuano in sedazione eseguita in anestesia e posizionando il cane in una particolare postura. Questo consente nell’eventualità che il nostro cane ne fosse affetto, di poter intervenire per tempo nella loro, a volte possibile, risoluzione.

Fattori di rischio

La displasia dell’anca e del gomito sono malattie cosiddette multifattoriali. Alla predisposizione genetica possono cioè sommarsi altri fattori, che aggravano l’espressione della malattia displasica e/o ne accelerano il decorso.

I più frequenti fattori di rischio sono, quindi:

  • ereditarietà
  • alimentazione
  • rapido accrescimento
  • esagerato esercizio fisico
  • intense attività agonistiche o di lavoro
  • eventuali traumi