Sì! La pulizia e la cura delle orecchie del vostro animalesono azioni importanti per ridurre la probabilità di infezioni auricolari e l’accumulo eccessivo di cerume.
Una pulizia regolare ed il controllo che potete facilmente eseguire a casa, vi permettono di rilevare subito lapresenza di infezioni. Se sospettate che il vostro animale abbia un problema alle orecchie, portatelo quanto prima dal veterinario. Trattamenti tempestivi, infatti, permettono di effettuare una prognosi migliore, consentono di ridurre la potenzialità che il problema divenga cronico, evitando la perdita dell’udito, e forniscono un più veloce soccorso a qualsiasi tipo di problema il vostro animale possa avere. Qualsiasisecrezione, cattivo odore, ringonfiamento, rossore o eccessivo prurito e strofinamento delle orecchie può indicare un’infezione o un’altra anormalità.

Per pulire normalmente le orecchie, scegliete undetergente delicato specifico per animali. Non utilizzate aceto, acqua ossigenata o alcool regolarmente. Queste sostanze possono essere irritanti per alcuni cani e gravose su un canale auricolare già infiammato. Ci sono diversi tipi di detergenti tra cui scegliere. Alcuni sciolgono il cerume mentre altri seccano il canale auricolare. Esistono anche prodotti con effetti combinati. Consultatevi con un tolettatore di fiducia o con il vostro veterinario per scegliere l’opzione migliore per l’animale.

La pulizia delle orecchie inizia con una toletta generale. I peli sporchi aggrovigliati ed in ecesso dovrebbero essere rimossi sia intorno al canale auricolare che dal padiglione. Padiglioni pesanti, infatti, con peli aggrovigliati o costantemente umidi, e canali con eccessiva quantità di pelo, diminuiscono drasticamente il flusso d’aria, intrappolano il cerume ed altri detriti, e possono portare ad infezioni. In alcuni animali il pelo eccessivo presente nel canale auricolare può essere delicatamente rimosso. Questo deve essere effettuato con particolare attenzione per evitare danni al canale ed evitare dolore all’animale. Se necessario considerate l’ipotesi di far rimuovere il pelo in eccesso da un professionista (medico o tolettatore).

Dopo aver tagliato il pelo, bisogna ripulire effettivamente i canali auricolari. Siate sempre delicati! I canali e i padiglioni auricolari sono molto sensibili. Una pulizia eccessivamente aggressiva può in effetti causare danni alle strutture delicate dell’orecchio. Prendete un padiglione auricolare e versate una piccola quantità (poche gocce) dell’appropriato detergente nell’orecchio. La soluzione dovrebbe fluire in profondità nel canale. Massaggiate delicatamente alla base dell’orecchio per 10-20 secondi; probabilmente sentirete la soluzione fare “ciaf ciaf” mentre massaggiate l’orecchio. Questo non dovrebbe essere doloroso per il vostro animale. Se al contrario lo fosse, portatelo dal veterinario per un accertamento.
Ripetete la procedura di pulizia per l’altro orecchio. Dopo il massaggio, state indietro e lasciate che il vostro animale scuota la testa per espellere il cerume ammorbidito fuori dai canali auricolari. Usate batuffoli di cotone puliti per eliminare delicatamente dai canali il cerume, i detriti e il detergente rimasto. Per cani di piccola taglia può essere necessario ridurre i batuffoli di cotone a metà. Evitate l’uso di cottonfiock, a meno che il vostro animale non rimanga immobile e vi permetta di effetuare la pulizia senza muovere la testa. Anche in quel caso, non spingete il cottonfiock troppo a fondo nel canale auricolare. Un cottonfiock inserito troppo fondo o forzato nell’orecchio potrebbe causare danni al timpano, dolore e perdita dell’udito.

La frequenza della pulizia dell’orecchio dipende dalla razza del vostro cane, dal tipo di pelo, dalla sua attività, dall’età e dalla quantità di cerume che lui o lei pruduce. Normalmente la maggior parte dei cani dovrebbe effettuarla almeno una volta al mese. Altri possono aver bisogno di pulizie più frequenti, in particolar modo quelli che nuotano o che hanno le orecchie regolarmente umide.