Come faccio a sapere se il mio animale è sofferente?
Il dolore negli animali può essere attribuito a molte cose. Problemi ai denti, lesioni, ferite o problematiche relative all’età, come artriti, rappresentano condizioni che causano dolore. Poiché gli animali non possono verbalmente comunicare i propri sentimenti, è importante porre particolare attenzione a cambiamenti nel loro comportamento.

I gatti specialmente, occultano ogni tipo di sconforto nascondendolo. Il vostro animale potrebbe comportarsi diversamente quando malato, divenire meno attivo del solito, modificare i suoi rapporti con il cibo o la pulizia, o presentare ovvi segni fisici, come zoppicarerosicchiarsi/leccarsi un particolare punto. Potrebbe inoltre mostrare la sua sofferenza divenendo più lamentoso o più protettivo nei confronti di particolari parti del corpo. Potrebbe anche non essere più in grado di salire le scale o di saltare. Tutti questi cambiamenti possono essere ricondotti a malessere.

Come posso prevenire la sofferenza del mio animale?
Cure preventive e attenzione allo stato fisico del vostro animale possono aiutarvi a capire che non stia soffrendo. Un momento eccellente per esaminarlo è quando lo lavate o lo coccolate. Essere in grado di riconoscere ciò che è normale è importante per capire ciò che è anormale. Controllate tutte le zone del suo corpo, come zampe, stomaco, per notare la presenza di ferite, rigonfiamenticalore. Questi potrebbero essere sintomi di dolore. Dieta ed esercizi regolari sono esami chiave per testare lo stato di salute dell’animale. Ferite, infezioni, interventi chirurgici o problematiche legate all’età, possono essere curate e alleviate dai vostri veterinari.

Che tipo di dolore possono sentire gli animali?
Gli animali accusano il dolore come gli esseri umani e hanno risposte variabili a questo. Alcuni hanno una tolleranza elevata, altri meno. Questo è il motivo per il quale ognuno deve essere considerato singolarmente e curato per il suo malessere.

Dolori lievi possono essere associati a problemi ai denti o ad irritazioni cutanee. Dolore moderato, a rotture dei denti o ascessi, piccole infezioni agli occhi, infezioni alle orecchie o riabilitazione per fratture al ginocchio. Infine, dolore acuto può derivare da ossa rotte, bruciature, o infezioni agli occhi più gravi.

Quali sono le cure per il dolore?
Il vostro veterinario potrebbe suggerirvi diversi test diagnostici come esami del sangue, RX o ultrasuoni per localizzare il malessere. Insieme a cambiamenti nello stile di vita, e forse a consigli sull’alimentazione, vi potrà inoltre suggerire dei farmaci o integratori. Sollievi al dolore esistono in vari formati, da pasticche a iniezioni. Per dolore cronico, come l’artrite, l’obiettivo è mantenere il sollievo più a lungo possibile. Gli antifiammatori non steroidei (NSAIDS) permettono di alleviare il dolore con poche controindicazioni. Anche i corticosteroidi sono spesso utili allo stesso modo. Mai dare al vostro animale aspirina o antidolorifici come il tylenol, o qualsiasi altro farmaco per esseri umani senza prima consigliarvi con il vostro veterinario. Gli animali metabolizzano i farmaci in maniera diversa dalle persone, e medicine per comune mal di testa o per dolori articolari, possono risultare velenosi anche alla prima dose. Il tylenol potrebbe uccidere un gatto.

Perché dovrei alleviare il dolore al mio animale?
I nostri animali meritano di essere in salute il più possibile. Nella Clinica Veterinaria Borghesiana cerchiamo di rafforzare il legame tra padrone ed animale domestico. Gli animali sofferenti possono mostrare comportamenti spiacevoli e pericolosi, che danneggiano questo legame. Essi inoltre mangiano e dormono meglio quando sono a proprio agio, fattore che può accelerare la guarigione di una ferita o da un intervento e può anche prevenire debolezza del sistema immunitario. Il vostro veterinario può aiutarvi ad alleviare la sofferenza del vostro animale, massimizzando la qualità della sua vita. Come sempre se avete domande o perplessità, potete contattarci.