Quando vi trasferite in una nuova città, regione o paese, la chiave per evitare che i giorni di trasferimento siano stressanti, è pianificare tutto in precedenza.

Se vi state trasferendo in un altro paese, considerate che ogni stato ha le proprie regole per gli animali migranti. Contattate un veterinario nella città dove vi state spostando per chiedere tutte le informazioni prima di trasferirvi. Alcuni paesi hanno un controllo degli animali domestici alla frontiera, richiedono i certificati di avvenuta vaccinazione antirabbica, che dovreste sempre conservare.
A volte le leggi locali limitano il numero di gatti permessi nella comunità. Ricordate inoltre di dotare il vostro gatto di collare, targhetta identificativa e di microchip.

Il giorno del trasloco, il vostro gatto dovrebbe essere inserito nel suo trasportino mentre voi impacchettate e caricate la macchina. Inoltre sarebbe meglio non trasportarlo nel furgone dei traslochi.

Sarebbe utile impacchettare ed etichettare in una cassa separata le cose del vostro animale, per averla a portata di mano se necessario. Non è saggio far provare al vostro gatto una nuova marca di lettiera o di cibo nella vostra nuova casa.
Cercate di mantenere la routine invariata, come ad esempio il tempo dei pasti, del gioco, del pisolino e del sonno. Usate la ciotola preferita del vostro amico, la sua lettiera e i suoi giochi; questo lo aiuterà a sentirsi a casa.

Si sentirà meno sopraffatto dal trasloco, inoltre, se verrà introdotto nella nuova abitazione gradualmente. Lasciatelo esplorare un’area della casa per qualche giorno e poi mostrategli le altre, le finestre, i ripostigli, le scalinate. Fategli subito vedere dove avete sistemato la lettiera, posizionandolo al suo interno.

Inserite infine nella nuova casa diversi giochi o luoghi dove possa farsi le unghie, per evitare che senta le necessità di marcare il nuovo territorio o di usare il nuovo divano, tappeto o pavimento.